Il dono della giustizia | World Challenge

Il dono della giustizia

David Wilkerson (1931-2011)February 19, 2018

Come Dio ci fa diventare ciò che Egli ci vede essere

Cosa ci mantiene puri? Questa è la domanda dietro un punto chiave della teologia cristiana chiamata santificazione. Ho letto tutti i tipi di libri sulla santificazione. Eppure, leggendo pagina dopo pagina, sono diventato solo sempre più confuso. Sembra che ogni leader di chiesa abbia la propria idea sull'argomento. Dopo molte preghiere, credo che Dio mi abbia dato un modo per capire il suo lavoro di purificazione e santificazione in noi. Eccone una semplice definizione, come mi ha spiegato lo Spirito Santo.

La santificazione è lo Spirito di Cristo in noi, che ci rende in realtà ciò che Dio ci vede già attraverso la giustificazione. Dichiarato chiaramente: Dio ci ha già fatto "solo" (o, giusto) ai suoi occhi, e questa è una santità meravigliosa. Ma ora sta portando questa santità nelle nostre vite pratiche. Questa è l'opera dello Spirito di Cristo in noi: conformarci a ciò che Dio già ci vede essere. “Or il Dio della pace vi santifichi egli stesso completamente; e l'intero essere vostro, lo spirito, l'anima e il corpo, sia conservato irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo” (1 Tessalonicesi 5:23).

Paolo scrive: "Perché questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, … che ciascuno di voi sappia possedere il proprio corpo in santità e onore" (4: 3-4). L'apostolo sta dicendo: "È volontà di Dio che tu viva una vita santa - che nessun peccato abbia potere o dominio su di te.”

Non so quale sia la tua tentazione. Ma la Bibbia afferma chiaramente: "infatti il peccato non avrà più potere su di voi; perché non siete sotto la legge ma sotto la grazia" (Romani 6:14). Il Signore vuole che ogni credente abbia un potere di controllo nella sua vita, una vera autorità per regnare sul peccato.

"Infatti, se per la trasgressione di uno solo la morte ha regnato a causa di quell'uno, tanto più quelli che ricevono l'abbondanza della grazia e del dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo di quell'uno che è Gesù Cristo" (5:17, l’enfasi è mia).

La parola greca per "regnare" qui significa "governare da una base di potere.” Quando Paolo parla di "regnare nella vita,” parla di avere potere dominante sul peccato - e non solo in cielo ma in questa vita. Dobbiamo regnare su ogni potere demoniaco, ogni lussuria, ogni principato che ci viene contro. Questa è vera santificazione.

Ancora un'altra potente verità è contenuta in questo verso: "quelli che ricevono l'abbondanza della grazia e del dono della giustizia" (stesso verso, l’enfasi è mia). Qui Paolo chiama la giustizia un dono. È qualcosa che ti è stato dato, messo in tuo possesso, qualcosa che puoi toccare e sentire!

Questo "dono della giustizia" è lo Spirito di Gesù Cristo.

Quando hai dato la tua vita a Cristo, sei stato adottato come figlio e fatto erede insieme al Figlio di Dio. In quel momento, Dio ha inviato lo stesso Spirito di Cristo per dimorare in te - per vivere in te, potenziarti e vivere davvero la tua vita per te. "Non riconoscete, che Gesù Cristo è in voi?" (2 Corinzi 13: 5).

Gesù è l'unico vincitore sul peccato, sulla carne e sul diavolo. Solo lui è il conquistatore, il leone di Giuda. E Dio manda lo Spirito di questo potente guerriero a essere il nostro santificatore. Non abbiamo potere in noi stessi. Tutto il potere sul peccato, sulla carne e sul diavolo è nello Spirito di Gesù Cristo, che è stato mandato ad abitare in noi.

Pensi che Dio ci giustificherebbe ma poi ci lascerebbe totalmente impotenti contro i principati e i poteri delle tenebre? Pensi che ci possa dire: “Ti considero giusto per la tua fede nell'opera compiuta di mio Figlio. Ora vai, resisti al peccato e combatti il ​​diavolo nel miglior modo possibile. Ti darò credito per i tuoi sforzi"? No, mai!

Cristo non ha combattuto con il diavolo, non l'ha sconfitto, è tornato dal Padre e poi si è ritirato da noi. Non ha semplicemente detto: “Ho fatto la mia parte. Ora fai la tua.” No, il nostro beato Salvatore è salito in cielo con uno stendardo macchiato di sangue di vittoria totale su tutto il potere del nemico. E adesso è ancora lì, come Dio e come uomo vittorioso, seduto nella gloria alla destra del Padre. E ci ha inviato il suo Spirito, che dimora nel cuore di ogni vero credente: " lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perché dimora con voi, e sarà in voi” (Giovanni 14:17).

Tu ed io non dovremo mai affrontare il tentatore con le nostre forze. Niente che abbiamo è adeguato. E non possiamo affrontare le nostre concupiscenze e abitudini come soldati deboli, sciocchi e vigliacchi. Invece, secondo la santa Parola di Dio, abbiamo in noi uno Spirito che è più grande di qualsiasi demone in questo mondo: “Voi siete da Dio, figlioli, e li avete vinti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo” (1 Giovanni 4:4). Il suo Spirito ci dà potere in tutte le battaglie contro la carne e il diavolo: "Or a colui che può, mediante la potenza che opera in noi, fare infinitamente di più di quel che domandiamo o pensiamo" (Efesini 3:20).

Regniamo nella vita solo quando permettiamo allo Spirito di Cristo di vivere la sua vita in noi e attraverso di noi. “perché se vivete secondo la carne voi morrete; ma se mediante lo Spirito fate morire le opere del corpo, voi vivrete” (Romani 8:13). Tutto il potere sul peccato, sulla carne e sul diavolo risiede nello Spirito interiore di Cristo: “affinché egli vi dia, secondo le ricchezze della sua gloria, di essere potentemente fortificati, mediante lo Spirito suo, nell'uomo interiore” (Efesini 3:16).

Ogni peccato che ti rende schiavo - ogni fortezza demoniaca - richiede un miracolo da Dio. Solo lui sa come liberare il suo popolo dal potere dell'oscurità. Deve essere fatto in modo soprannaturale: "Colui dunque che vi somministra lo Spirito e opera miracoli tra di voi, lo fa per mezzo delle opere della legge o con la predicazione della fede?” (Galati 3: 5). Dio fa miracoli non per coloro che operano con il proprio potere, ma per coloro che si fidano di lui per metterli in effetto completamente.

La più grande liberazione di potere e fede possibile è essere totalmente convinti che Dio ti ama.

Paolo dice che è l'amore che mette in noi fede per camminare come Gesù camminava. " Infatti, in Cristo Gesù non ha valore né la circoncisione né l'incirconcisione; quello che vale è la fede che opera per mezzo dell'amore" (Galati 5: 6). "Ma, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati" (Romani 8:37). In questi due versetti, Paolo collega la nostra vittoria con l'amore di Dio per noi. In effetti, tutto questo concetto di santificazione riguarda l'amore.

Paolo afferma che la vita di Cristo è stata messa in lui attraverso una fede che ha funzionato per amore: “Sono stato crocifisso con Cristo: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me! La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato se stesso per me” (Galati 2:20). Paolo era convinto che il Signore lo amasse. La sua posizione di figlio di Dio produsse fede in lui - e quella fede liberò la vita di Cristo in lui. "Non già che siamo da noi stessi capaci di pensare qualcosa come se venisse da noi; ma la nostra capacità viene da Dio" (2 Corinzi 3: 5).

Paolo dice inoltre: “Dio ti ha amato anche quando eri morto nei peccati. E ora che ti fidi del suo amore, ti dà il potere della risurrezione.” “Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore con cui ci ha amati, anche quando eravamo morti nei peccati, ci ha vivificati con Cristo (è per grazia che siete stati salvati)” (Efesini 2:4-5)

Lascia che ti dia un potente esempio del grande amore della risurrezione di Dio, dalla mia stessa vita. Nel 1958, partecipai ai progetti di Fort Greene a Brooklyn, territorio della famigerata banda Mau Mau. Quando mi sono alzato per predicare, i membri della banda hanno fischiato, gridato e urlato. Dopo aver finito, sono andato a parlare con i leader. Uno di questi era Nicky Cruz, che aveva tentato di uccidere suo fratello. Dissi: "Nicky, Gesù ti ama.” Mi sputò in faccia e rise. Poi mi ha maledetto.

Ma Nicky non riuscì a scuotere via quelle parole: "Nicky, Gesù ti ama." Quelle parole si fecero strada nel cuore del leader della banda, e non poté sfuggire al loro potere. Pensò: “Chi potrebbe mai amarmi? Io odio la gente. Nessuno mi ha mai amato!”

Eppure il Signore entrò nel cuore di Nicky - e Nicky finalmente capì chi era: un amato figlio di Dio. La verità dell'amore di Dio ha cambiato la vita di Nicky Cruz.

Anni dopo, dopo essere diventato lui stesso un evangelista, Nicky venne a visitare il nostro ministero in Texas. Gli ho chiesto cosa lo avesse reso fedele a Gesù in tutti questi anni. Disse: “Fratello David, una volta mi hai detto che Gesù mi amava. Me ne sono convinto. Quindi, ho appena iniziato ad amarlo. Questo è ciò che mi ha tenuto."

Nicky non aveva alcuna teologia della santificazione. Ma veniva santificato perché amava suo Padre e riceveva l'amore di suo Padre.

Potresti chiederti: "Credo che Dio mi ami, ma qual è la mia parte in tutto questo?"

Ecco la tua risposta: " il Signore sa liberare i pii dalla prova e riservare gli ingiusti per la punizione nel giorno del giudizio" (2 Pietro 2: 9). Il Signore sa tutto della tua lotta. È toccato da ciò che provi nella tua infermità. A te sembra senza speranza, ma Dio sa esattamente quando e come ti libererà. Grazie a Dio, non ha messo questo carico su di noi! La nostra parte è semplicemente riconoscere che i nostri sforzi sono inutili. Dobbiamo sottometterci allo Spirito di Cristo in noi, per invocarlo con fiducia, gridando: "Signore, io non posso farlo, ma tu puoi. Lo dò tutto a te.” Voglio darti uno dei passaggi più importanti di tutta la Bibbia. Riguarda la necessità di fidarsi dell'amore di Dio come mezzo per essere liberati:

“Vedete quale amore ci ha manifestato il Padre, dandoci di essere chiamati figli di Dio! E tali siamo. Per questo il mondo non ci conosce: perché non ha conosciuto lui. Carissimi, ora siamo figli di Dio, ma non è stato ancora manifestato ciò che saremo. Sappiamo che quand'egli sarà manifestato saremo simili a lui, perché lo vedremo com'egli è. E chiunque ha questa speranza in lui, si purifica com'egli è puro” (1 Giovanni 3: 1-3).

Gesù ha il potere di purificarci. E quel potere è a nostra disposizione solo quando riposiamo nel sapere che siamo figli di Dio - e che ci ama. Potresti aver trascorso settimane, mesi, anni a combattere con il tuo peccato. Potresti aver digrignato i denti e aver promesso a Dio e a te stesso: “Io batterò questa cosa. Vincerò. “No! Parla con tuo padre proprio ora. Dai un'occhiata a quell'abitudine che ti risucchia la vita e che ti blocca, poi lascia che la fede trabocchi dal tuo cuore: “Oh, Signore, mio ​​potente Salvatore, so che mi ami. E hai tutto la potenza di cui ho bisogno. Sono debole, indifeso. Ma confido nel tuo potere di scacciare questa cosa malvagia. Signore, ho bisogno di un miracolo di liberazione. Sono certo che mi libererai!”

Quindi mettiti in ascolto finché lui parli. Quando lo fa, l'inevitabile risultato è sempre la pace. Reclama il tuo miracolo: ascoltando la fede, non con il potere della carne. Tuo Padre ti ama. Ora, amalo come un figlio o una figlia. Amen!

Download PDF

DAILY ENCOURAGEMENT IN YOUR INBOX

Sign up now to receive our Daily Devotional or E-newsletter.

SUBSCRIBE